torna alla destinazione Argentina

La strada del vino di altura

Scopri questo fantastico itinerario

La strada del vino di altura

A circa 200 chilometri dalla città di Salta si incontra uno dei paesaggi più impressionanti in Argentina. Situato nel cuore delle Valli Calchaquíes, Cafayate è famoso in tutto il mondo per avere la strada del vino più alta al mondo dove spicca la produzione di vino Torrontés.
La superficie coltivata a vite comincia a 1.500 metri sul livello del mare e si estende al di là dei 2.000 metri. Le Sierras de Calatasta e di Aconquija limitano queste valli, dove oltre all’industria del vino si sviluppa l’industria del tabacco, l’orticoltura e l’olivicoltura. La temperatura media annuale delle Valli Calchaquíes è di 18ºC. Prevale il suolo  sabbioso, di arena grossa e fine con ottimo drenaggio.
Andiamo alla scoperta del vino di altura lungo la mitica Ruta 40

Itinerario

del viaggio

Giorno 1: Salta
Arrivo alla città di Salta, una città coloniale situata nel nord-ovest dell'Argentina con l'architettura ispanica meglio conservata, circondata dalla Cordigliera delle Ande e dalla Valle di Lerma, che è caratterizzata dalla sua ricchezza in agricoltura. La tua guida ti aspetterà in aeroporto per un trasferimento privato a Finca Valentina, una bella casa di campagna alla periferia della città di Salta. Nel tempo libero, potrete godervi le attività offerte dall'hotel, come andare a cavallo nei dintorni, massaggi, piscina o gite in bicicletta. In serata, cena gourmet alla Finca Valentina.

MAAM è il Museo di archeologia dell'alta montagna, qui si potranno conoscere le vette e vulcani di alta quota, autentici santuari nelle Ande per la cultura Inca. Punto focale del museo, unico al mondo, la straordinaria scoperta del National Geographic di un santuario Inca in cima al vulcano Llullaillaco nelle Ande a oltre seimila metri di altezza. In una atmosfera protetta infatti si possono ammirare, a rotazione, 3 mummie perfettamente conservate scoperte proprio in quella spedizione.

Giorno 2: Salta - Arte culinaria - Eredità Inca & Città Coloniale
Al mattino ci godremo alcune ore di divertimento imparando i segreti delle deliziose empanadas salteñas, con i suoi diversi ripieni e forme. Aiuteranno rendendo l'impasto, tagliando gli ingredienti e l'arte di simulare le empanadas. Per pranzo Finca Valentina ci delizierà con la tradizione vinicola delle Valli Calchaquies che offre un'ampia varietà e qualità di vini rossi e bianchi. Un menù esclusivo con varie portate, ognuna accompagnata dalla degustazione di un vino selezionato tra le migliori cantine della provincia di Salta.
Nel pomeriggio, trasferimento alla città di Salta per un'interessante visita della città a piedi. Per prima cosa visiteremo la piazza principale e gli edifici coloniali e storici della città, come la cattedrale, la chiesa di San Francisco e il convento di San Bernardo. Poi visiteremo il MAAM (Museo di archeologia dell'alta montagna).

Giorno 3: Salta - Parco nazionale Los Cardones - Cachi - Sentiero degli artigiani - Molinos
Le Valli di Calchaquís sono un gioiello nel mondo del vino. Il primo giorno nell'incantevole valle di Calchaquí, viaggeremo attraverso i campi verdi del tabacco e delle coltivazioni della regione agricola di Salta, per raggiungere la nostra prima strada verso le nuvole: Cuesta del Obispo. Lungo 33 km di strada di montagna arriveremo alla Piedra del Molino e quindi entreremo nel "Parco Nazionale Los Cardones". Successivamente, visiteremo il "Camino de los Artesanos", uno stretto sentiero di montagna dove potremo visitare le case dei più importanti produttori artigiani del nord-ovest e conosceremo meglio l'arte della tessitura con i telai. Una strada tortuosa ci porterà a Molinos.

Parco nazionale Los Cardones Il parco nazionale Los Cardones è stato istituito per tutelare un'area di 650 chilometri quadrati che ospita la seconda foresta di cactus al mondo per numero di esemplari (la prima si trova in Arizona). La specie più diffusa è l'Echinopsis atacamensis, cactus che può raggiungere una altezza di 10 metri ed una età di svariati secoli.

Giorno 4: Molinos - Tacuil - Colomé - Molinos
Bodega Tacuil è una piccola azienda vinicola che è stata mantenuta dalla famiglia Dávalos (ex proprietari di Colomé) per produrre i vini unici della loro famiglia. Le caratteristiche dei suoli, clima, pendio cultura e l'altitudine alla quale sono viti (2.597 m.), si ottengono raccolti scarsi nel loro rapporto Kg. per ettaro, ma che ricompensano per la qualità imbattibile dell'uva, che la rende ottimale per vini di grande personalità e pregio.

Bodega Colomé è la realizzazione di un sogno: produrre vini nei vigneti più alti del mondo. The Winery fa parte della Hess Family Estates, un'impresa eminentemente familiare, con una storia di quattro generazioni dedicate alla responsabilità in agricoltura e affari. Dopo una visita alla cantina con degustazione avremo l'opportunità di provare il James Turrell Museum. Notte magica a Molinos.

Giorno 5: Molinos - La Quebrada di Las Flechas - Cafayate
A Cafayate, il clima del deserto, la fascia di temperatura tra il giorno e la notte e i terreni poveri di materia organica definiscono un territorio unico ed esclusivo di questa piccola regione. Visiteremo la Finca El Retiro che appartiene alla El Porvenir Winery e godremo un pranzo privato accompagnato da vini d'alta quota, inclusa la visita alla El Porvenir Winery con una degustazione esclusiva di cinque bicchieri, Grand Tasting. Trascorreremo la notte a Viñas de Cafayate Wine Resort.

Giorno 6: Cafayate - Quebrada de las Conchas
Visita privata alla El Esteco Winery, fondata nel 1892, è una delle aziende pioniere nell'arte della vinificazione a Salta. La visita sarà guidata da un esperto di vinificazione, include un tour della cantina, dei vigneti e una degustazione guidata dei vini Don David, Cycles, El Esteco e Farms, accompagnati da una Picada. Nel pomeriggio trasferimento a Salta passando per la Quebrada de las Conchas.

Quebrada de las Conchas
dichiarato patrimonio naturale dell'Umanità è un canyon di 65 km di formazioni rocciose sedimentarie delle ere del Mesozoico e Cenozoico (90-60 milioni di anni). Il caratteristico colore rosso deriva dalla presenza di ossido di ferro nei suoi depositi minerali. L'erosione del vento e dell'acqua ha generato forme stravaganti nelle sue montagne color terracotta, alcune di queste formazioni rocciose naturali sono chiamate Anfiteatro, Rospo, Frate e Obelisco.

Giorno 7
Giornata a disposizione per la visita di Buenos Aires.

Giorno 8: Buenos Aires
Dopo la colazione in hotel trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro in Italia. Pernottamento e pasti a bordo.

Buenos Aires – è la capitale e la città più grande dell’Argentina, con tre milioni di abitanti nel nucleo urbano e un’area metropolitana, Gran Buenos Aires, che sorpassa i dieci milioni. E’ stata fondata due volte: nel 1536, dal colonizzatore spagnolo Pedro Mendoza e poi nel 1580, dopo essere stata distrutta dalle popolazioni indie.

Vuoi scoprire di più?

Contattaci

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali -  Informativa trattamento*

 P.IVA 04767700281

|

C.F. BRTSNT72C62D325S

|

N°REA: PD 417371

|

P. A. Europ Assistance 8606487

|

C.I.V. 1234567890

copy 2019

 - 

Privacy Policy

 - 

Cookie Policy