torna alla destinazione Perù

Nella storia del Perù

Scopri questo fantastico itinerario

Nella storia del Perù

Il nord peruano.. la dove convivono millenarie civiltà andine, oggi Patrimonio dell’ Umanità. Una panoramica sul Peru in questo viaggio che unendo culture cosi varie e ricche permette fare un’esperienza unica di elementi archeologici, naturali e culturali unici.


Lima – Huaraz – Trujillo – Chan Chan – Chiclayo - Cuzco – Valle Sacra degli Incas – Machu Picchu



“Uomini e dèi si incontrano nella dimensione del sogno … ”


Mario Polia


La chiamano la Città dei Re, Lima è un luogo vivo, dinamico, in forte rinnovamento non solo culturale. La sua cucina è rinomata in tutto il mondo, le sue spiagge sono tra le più ambite dai surfisti e la città, da sempre, è il punto di partenza per la scoperta dell’immensa varietà turistica che il Perù sa offrire. Ma Lima, con i suoi oltre 100 chilometri di estensione, merita ben più di un semplice passaggio come testimoniano le sue due anime più conosciute: Barranco, il quartiere bohémien frequentato da artisti e poeti e ricco di ristoranti, e Miraflores, il cuore moderno della città.

Contornata da splendide foreste di eucalipto, Huaraz si estende lungo le rive del rio Santa e gode di un panorama unico che spazia su nove ghiacciai che superano i 6000 mt. Davvero interessanti i templi e le altre rovine del sito Chavin de Huantar.
Bellissima e suggestiva la Laguna di Querococha, dove il blu intenso delle acque contrasta con il giallo smagliante della Paya Brava e le scure pareti rocciose del Pucaraju.

Paradisiaci i paesini di Callejòn de Huaylas (valle verde).

Nella fertile valle del Rio Moche si trova Trujillo, città dall’aspetto coloniale con i suoi tipici edifici, e ricca di musei.
Chan Chan l’antica capitale del regno Chimu, interamente costruita utilizzando mattoni in adobe. Secondo alcuni studiosi questa poteva essere la città più grande dell’intera America.

Altri interessanti siti archeologici li troviamo a Lambayeque. La Valle delle Piramidi è impressionante per dimensione e per numero di piramidi che ospita nel suo interno.

Cuzco, antica capitale Inca (l’ombelico del grandioso impero), ci introduce in questa cultura enigmatica ed affascinante. La città si trova in una valle dominata dalla Cordigliera, il paesaggio maestoso unito a quello del cielo, luminosissimo per l’altitudine, non può che stupirci di meraviglia.

Il pittoresco mercato di Pisac offre una varietà di colori e profumi da far rimanere incantati. Ollantaytambo è una cittadina particolarmente graziosa con vicoli stretti e case tipiche.

La Valle dell’Urubamba, tropicale, ricca di verde, rilassante con le sue coltivazioni ad andenes (terrazzamenti), fa da anticamera alla Ciudad Perdida de los Incas.
Misteriose e inquietanti appaiono le affascinanti rovine di Macchu Picchu, la città perduta degli Inca, sospesa al confine tra terra e cielo.

Tornando a casa tra mille ricordi e immagini.
E queste genti … sulle Ande fanno ancora le offerte a Inti, a Wamani, alla Pachamama, e loro contraccambiano con la grazia. Ai nostri occhi europei sembra molto primitivo, ma intanto funziona. E allora, noi, evoluti e malati di tecnologia, riusciremo mai ad inventare una macchina che sappia fare anche la grazia?

I luoghi

del viaggio

Cuzco, situata sulle Ande peruviane, è stata in passato la capitale dell’impero inca ed è oggi famosa per le rovine archeologiche e l’architettura coloniale spagnola. Plaza de Armas si trova nel cuore della città vecchia ed è caratterizzata da gallerie, balconi in legno intarsiato e dalle rovine delle mura inca. Il convento barocco di Santo Domingo è stato costruito al di sopra del Tempio inca del sole (Qoricancha), e possiede resti archeologici di opere in pietra di epoca pre-colombiana.

Nella cucina peruviana si trovano almeno 5.000 anni di storia preincaica, incaica, coloniale e repubblicana. Si considerano quasi tre secoli di contributi culinari spagnoli, i costumi gastronomici importati dagli schiavi della costa atlantica africana e la forte influenza degli usi e costumi culinari degli chef francesi che fuggirono dalla Rivoluzione francese del loro paese per mettere radici nella capitale del vicereame del Perù, Lima. Importante è stata anche l'influenza dei cinesi-cantonesi, giapponesi, italiani dal XIX secolo e altri europei. Questa miscela di tradizioni e culture culinarie fa sì che la cucina peruviana abbia l'esclusiva particolarità della "coesistenza di cibi e sapori appartenenti a quattro continenti", e questo dalla seconda metà del XIX secolo.

Vuoi scoprire di più?

Contattaci

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali -  Informativa trattamento*

 P.IVA 04767700281

|

C.F. BRTSNT72C62D325S

|

N°REA: PD 417371

|

P. A. Europ Assistance 8606487

|

C.I.V. 1234567890

copy 2019

 - 

Privacy Policy

 - 

Cookie Policy